Giuseppina Ghersi e Sergio Rameli, 1945 e 1975. Due storie che a trent’anni di distanza conservano molte similitudini:

– Entrambi finirono nelle liste di proscrizione dei comunisti

– Su entrambi si scatenò un odio cieco e vigliacco

– Entrambe le famiglie furono poi perseguitate per anni… anche dopo la loro morte.

Entrambi ora vivono nello sguardo e nel cuore di migliaia di ragazzi come Sergio, come Giuseppina… con gli occhi pieni di sogni, di lealtà… e di amore per la Patria.